Ricetta Pagnuttiello napoletano - La ricetta di Piccole Ricette
Pagnuttiello napoletano

Pagnuttiello napoletano

Extra:
  • Economica
Cucina:

Ingredienti

Preparazione Pagnuttiello napoletano

Condividi

Per cominciare prepara la pasta del pagnuttiello: metti la farina in una ciotola e forma una fontana. Fai sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido assieme allo zucchero.

Versa un po’ di latte e lievito al centro della fontana di farina e gira lentamente con due dita, muovendo solo la porzione di farina che si unisce al liquido, formando una pastella. Successivamente aggiungi un altro po’ di latte e lievito continuando a rimestare, sempre nella zona centrale, prelevando dai bordi la farina necessaria ad asciugare il liquido. Ripeti l’operazione aggiungendo un po’ di acqua, quindi comincia ad impastare il tutto incorporando sempre poca acqua per volta: considera che la dose consigliata non va necessariamente usata tutta, così come potrebbe non bastare. Se vedi che l’impasto è molto secco puoi aggiungere altra acqua (sempre tiepida), se invece ti sembra troppo morbido e appiccicoso, puoi aggiungere, a piccole dosi, della farina.

A questo punto puoi unire anche lo strutto e il sale, continuando ad impastare fino a quando non avrai per le mani un impasto morbido ed elastico, che non si appiccica alle mani.

Ora non ti resta che mettere il panetto in una terrina, coprirlo con un panno umido e lasciarlo lievitare in un luogo tiepido per circa 2 ore, passate le quali puoi stendere la pasta formando un rettangolo di circa 60X25 centimetri, dello spessore di circa 8-10 millimetri.

Cospargi la superficie della pasta con i salumi e il formaggio a cubetti, abbondante pepe nero macinato, parmigiano grattugiato e le uova sode tagliate a pezzetti, lasciando tutt’intorno 5 centimetri di pasta liberi.

Arrotola la pasta su se stessa, partendo dal lato più lungo e formando un rotolo compatto.

Taglia il rotolo a fette spesse 4 centimetri circa e disponile sulla leccarda foderata con carta da forno, distanziate le une dalle altre.

Lascia riposare i rotolini per un’ora circa, trascorsa la quale puoi spennellarli con un po’ di uovo sbattuto e farli cuocere in forno a 200 °C per circa 15-20 minuti, o comunque fino a quando non saranno ben gonfi e dorati in superficie. Lascia riposare i Pagnuttielli per 20 minuti prima di servirli.


Vota questa ricetta




ValentinaPiccoleRicette

Piemontese di origine, Lombarda di adozione. Potrei dire che cucino per passione, ma la verità è che cucino perchè sono una mangiona. Lo sono sempre stata, fin da piccola, anche quando mia madre mi metteva nel piatto le rape o il fegato con le cipolle, non facevo un plissè e ripulivo il piatto, un tritatutto insomma. Poi crescendo invece... non sono cambiata.

precedente
Pollo light
successivo
Giardiniera al tonno
  • 469 visualizzazioni
  • 240 min
  • 10 porzioni
  • Difficoltà difficile
  • 390 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

750 g di farina manitoba
100 ml di latte intero tiepido
350 ml circa di acqua tiepida
15 g di sale
1 cucchiaino di zucchero
20 g di lievito di birra fresco
30 g di strutto
pancetta a cubetti q.b.
prosciutto cotto a cubetti q.b.
provolone dolce a cubetti q.b.
parmigiano reggiano grattugiato q.b.
3 uova sode
1 uovo sbattuto
pepe q.b.
precedente
Pollo light
successivo
Giardiniera al tonno

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.