Ricetta Pasta alla carcerata - La ricetta di Piccole Ricette
Pasta alla carcerata

Pasta alla carcerata

Extra:
  • Economica

Ingredienti

Preparazione Pasta alla carcerata

Condividi

Questa corposa ricetta è ottima se gustata in inverno e torna utile quando si hanno parecchie persone da sfamare per cena! La salsiccia gli dona carattere, il brandy rende il sugo profumato e la panna lega meravigliosamente tutti i sapori!

Per iniziare prepara un soffritto con lo scalogno: pelalo e tritalo sottilmente, quindi mettilo in padella a soffriggere assieme a un filo di olio fino a quando non sarà diventato trasparente.

Sbriciola la salsiccia e falla rosolare assieme allo scalogno, quindi elimina il grasso in eccesso con un cucchiaio.

Sfuma la salsiccia con il cognac e lascialo evaporare, quindi aggiungi la passata di pomodoro, lasciando cuocere il tutto a fuoco basso per circa 30 minuti, aggiustando di sale, pepe e peperoncino (se lo vuoi).

Quando mancano 10 minuti alla fine della cottura del sugo, metti a cuocere la pasta in una pentola con abbondante acqua salata in ebollizione e quando sarà cotta scolala e condiscila con il ragù di salsiccia e la panna.

Servi la pasta alla carcerata ben calda e buon appetito!

Articoli correlati


Vota questa ricetta

3/5 | 1 voti



ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

precedente
Pollo light
successivo
Giardiniera al tonno
  • 1.774 visualizzazioni
  • 60 min
  • 6 porzioni
  • Difficoltà media
  • 686 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

500 g di pasta corta
60 cm di salsiccia
1 litro di passata di pomodoro
1 bicchierino di cognac
1 scalogno
300 ml di panna fresca
peperoncino q.b.
olio di oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
precedente
Pollo light
successivo
Giardiniera al tonno

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.