Ricetta Peperoncini ripieni di tonno - La ricetta di Piccole Ricette
Peperoncini ripieni di tonno

Peperoncini ripieni di tonno

Irresistibilmente piccanti e saporiti

Extra:
  • Piccante
  • Senza glutine
  • Senza lattosio
Cucina:

Ingredienti

Preparazione Peperoncini ripieni di tonno

Condividi

I peperoncini ripieni di tonno sono una preparazione tipica Calabrese, oramai preparata in diverse regioni del sud Italia, uno di quegli antipasti che va sempre a ruba, perché sono davvero saporiti e ricchi! Impossibile non innamorarsene! La preparazione di questi Peperoncini ripieni di tonno è un po’ lunga e laboriosa, è vero, ma una volta pronti ti assicuro che saranno davvero apprezzati da tutti! Volendo potrai prepararne in grandi quantità perché una volta pronti, i barattoli possono essere messi sottovuoto e in questo modo i peperoncini dureranno molto tempo, anche tre mesi!

Le porzioni di questa ricetta sono molto indicative, perché il numero di peperoncini può variare sensibilmente in base alla loro dimensione e poi perché è una di quelle cose di cui solitamente non ci si abbuffa, per via del sapore intenso e della piccantezza. Indicativamente comunque queste dosi bastano per 6-8 persone, anche se conosco chi se li mangerebbe tutti da solo!

Per preparare i peperoncini ripieni di tonno, comincia pulendo i peperoncini. Mi raccomando però, anche se si tratta di quelli dolci, utilizza comunque un paio di guanti, per precauzione. Dopo averli lavati bene, monda 500 g di peperoncini eliminando il picciolo e tutta la calotta superiore.

Con uno scavino elimina dall’interno dei peperoncini i semi e i filamenti interni, in questo modo li svuoterai completamente.

Di solito per pulire i peperoncini di questo tipo io utilizzo uno scavino come questo https://amzn.to/2RZNKTS che è molto comodo e semplice da utilizzare.

Metti in una pentola non troppo grande 250 ml di aceto di vino bianco assieme a 250 ml di acqua o di vino bianco, 2 foglie di alloro, qualche grano di pepe nero e un generoso pizzico di sale, quindi porta il tutto ad ebollizione e non appena inizierà a bollire, aggiungi i peperoncini puliti e lasciali sbollentare per 5 minuti.

Trascorsi questi 5 minuti scola i peperoncini e mettili ad asciugare su un panno pulito, avendo cura di posizionarli con la parte aperta verso il basso, così scoleranno bene tutto il liquido.

Lascia asciugare i peperoncini per minimo 5 ore o comunque fino a quando saranno ben asciutti, quindi se è il caso, puoi anche lasciarli asciugare tutta una notte.

Quando sarà quasi terminato il tempo di asciugatura, prepara il ripieno: metti in un mixer 20 g di acciughe sott’olio ben scolate, 20 g di capperi sott’aceto ben scolati e 100 g di tonno sott’olio ben sgocciolato, quindi azionandolo a scatti trita il tutto in modo da ottenere una purea omogenea e liscia.

Trasferisci questa purea in una tasca da pasticcere e utilizzala per riempire i peperoncini. Per finire, guarnisci ogni peperoncino con un cappero dissalato, premendo delicatamente per farlo affondare parzialmente nel ripieno.

A questo punto puoi decidere se invasare i tuoi peperoncini ripieni di tonno oppure se consumarli subito. Se li consumi entro massimo un paio di giorni, puoi semplicemente metterli in un contenitore di vetro munito di tappo e coprirli con abbondante olio di oliva, se invece li vuoi conservare, dovrai metterli in uno o più vasetti da conserve.

Prima di mettere i peperoncini nei vasetti per conservarli, questi ultimi vanno sterilizzati e per farlo, procedi in questo modo: immergili in una pentola di abbondante acqua fredda (il livello dell’acqua deve superare i tappi dei vasetti di almeno 5 centimetri) avendo cura di avvolgerli in strofinacci di cotone, per evitare che si rompano sbattendo fra loro quando l’acqua bolle. Porta a ebollizione e lascia sul fuoco per 25 minuti, poi scolali bene e falli asciugare all’aria, a quel punto saranno pronti per essere riempiti.

Una volta sterilizzati e asciutti, riempi i vasetti con i peperoncini, avendo cura di posizionarli con l’apertura verso l’alto e arrivando a 2 centimetri circa dal bordo di ogni vasetto, quindi ricoprili con abbondate olio di oliva, arrivando fino a un centimetro dal bordo, dopodiché richiudi i vasetti con il loro coperchio.

Trasferisci i vasetti in una pentola capiente sistemando sul fondo e tra i vasetti dei canovacci che ne impediranno la rottura durante la cottura, quindi ricoprili di acqua fredda poi porta lentamente il tutto a bollore, lasciandoli bollire per 30 minuti.

Trascorso questo tempo spegni il fuoco e lascia freddare i vasetti nella loro acqua (ci vorrà qualche ora) dopodichè tirali fuori e asciugali, verificando che il sottovuoto sia stato fatto correttamente: se, premendo il tappo, non sentirai il classico ‘clic clac’, il sottovuoto si sarà formato correttamente. In caso contrario, dovrai cambiare il tappo e ripetere l’operazione. Riponi i vasetti in un luogo fresco e al riparo dalla luce, in questo modo i tuoi peperoncini ripieni di tonno si conserveranno per tre mesi circa.

Se ami le conserve salate, allora ti consiglio di provare anche i buonissimi cetrioli sott’aceto, che puoi realizzare seguendo la ricetta://1648 Cetrioli sottaceto o Dill pickles.

Articoli correlati


Vota questa ricetta

5/5 | 1 voti



Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Carciofi trifolati
precedente
Carciofi trifolati
Gnocchi di ceci
successivo
Gnocchi di ceci
  • 121 visualizzazioni
  • 330 min
  • 8 porzioni
  • Difficoltà media
  • 80 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

500 g di peperoncini tondi dolci o piccanti
20 g di acciughe sott’olio ben scolate
20 g di capperi sott’aceto ben scolati
100 g di tonno sott’olio ben sgocciolato
250 ml di aceto di vino bianco
250 ml di acqua o vino bianco
2 foglie di alloro
qualche grano di pepe nero
capperi dissalati per guarnire q.b.
olio di oliva q.b.
sale q.b.
Carciofi trifolati
precedente
Carciofi trifolati
Gnocchi di ceci
successivo
Gnocchi di ceci