Ricetta Risotto alle fave - La ricetta di Piccole Ricette
Risotto alle fave

Risotto alle fave

Extra:
  • Economica
  • Senza glutine
  • Vegetariana

Ingredienti

Preparazione Risotto alle fave

Condividi

Il risotto alle fave è un primo piatto molto primaverile dal sapore delicato e fresco. Questo risotto viene accompagnato dal tomino caldo, che con la sua scioglievolezza renderà il piatto irresistibilmente cremoso! Per realizzarlo al meglio, acquista fave fresche, assicurandoti che i baccelli siano integri e ben sodi. Pulire le fave fresche può essere un po’ noioso, ma ne vale la pena! Se invece le trovi fresche e già pulite e sgranate, tutto tempo guadagnato!

Comincia perciò a pulire e sgranare le fave, procedendo così: stacca una delle due estremità del baccello, dividilo a metà ed aprilo, quindi estrai i semi facendo scorrere il pollice lungo la parete interna del baccello e versa direttamente i semi in una ciotola. A questo punto noterai che attaccato a ogni seme c’è una piccola escrescenza a forma di pinna. Eliminata questa escrescenza potrai capire se le fave sono fresche, infatti se sotto l’escrescenza il colore della fava è verde chiaro vuol dire che la fava è fresca, se al contrario il colore è scuro, significa che che le fave sono state raccolte ormai da qualche giorno e quindi è consigliabile privarle dello strato di pelle che circonda i semi. In questo caso, comunque vanno spellate, quindi pizzicale tra il pollice e l’indice, facendole sgusciare fuori dalla pellicina. A questo punto le fave sono pronte per essere consumate crude o per essere cotte.

In una pentola capiente colma di acqua leggermente salata in ebollizione, fai sbollentare le fave (sgusciate e spellate) per 2 minuti, prelevale poi con un mestolo forato, dopodichè mettile a raffreddare in una ciotola colma di acqua e ghiaccio. Questo passaggio si chiama sbianchitura e serve per mantenere le fave di un bel colore verde brillante. Fai la stessa cosa con i piselli, lasciandoli bollire però per 3 minuti. Una volta sbianchiti entrambi, scola e metti da parte sia i piselli che le fave.

In una casseruola capiente fai scaldare un cucchiaio di olio di oliva, e non appena sarà ben caldo, mettici a rosolare lo scalogno tritato, abbassando la fiamma al minimo, e lasciandolo soffriggere per un paio di minuti.

Trascorsi i due minuti unisci il riso, lascialo tostare per due o tre minuti mescolandolo spesso, poi sfuma il tutto con il vino bianco e lascialo evaporare completamente.

A questo punto procedi come per tutti i risotti, aggiungendo un mestolo di brodo caldo di tanto in tanto, quando il riso tende ad asciugarsi, fino a completa cottura del risotto.

A metà cottura del riso unisci le fave e i piselli, mescola con delicatezza e prosegui la cottura, poi quando mancheranno 5 minuti al termine, unisci il prezzemolo, il parmigiano reggiano grattugiato in quantità a piacere e termina la cottura.

Nel frattempo fai scaldare il tomino tagliato a metà nel microonde o in una padella posta su fuoco vivace, avendo cura di tenere la parte tagliata verso l’alto, poi non appena il risotto sarà pronto, servilo nei piatti, adagiando al centro mezzo tomino per piatto.

Articoli correlati


Vota questa ricetta




Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Jalapeño poppers
precedente
Jalapeno poppers
successivo
Quiche Lorraine
  • 607 visualizzazioni
  • 30 min
  • 2 porzioni
  • Difficoltà media
  • 694 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

180 g di riso Carnaroli
100 g di fave fresche sgranate (circa 400 g di fave con baccello)
100 g di pisellini verdi
1 scalogno tritato
olio di oliva q.b.
800 ml di brodo vegetale caldo
1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
1 tomino
parmigiano reggiano grattugiato q.b.
125 ml di vino bianco
sale q.b.
Jalapeño poppers
precedente
Jalapeno poppers
successivo
Quiche Lorraine