Ricetta Zuppa Santè - La ricetta di Piccole Ricette
Zuppa Santè

Zuppa Santè

Extra:
  • Economica
Cucina:

Ingredienti

Preparazione Zuppa Santè

Condividi

Di origini Molisane, la zuppa Santè o zuppa alla Santè è un piatto che si è diffuso in diverse regioni del sud Italia, subendo molte variazioni spesso dettate dalle tradizioni locali, quindi come moltissime ricette Italiane, anche di questa zuppa non esiste più un originale, ma si possono trovare decine di varianti, tutte deliziose anche se sensibilmente diverse le une dalle altre. Ecco quindi una delle versioni molisane della zuppa Santè. Per quanto riguarda il brodo, sarebbe meglio utilizzare un buon brodo di gallina, quindi se vuoi puoi seguire la ricetta del brodo di carne che trovi nella sezione delle preparazioni base e sostituendo la carne di manzo con pollo o gallina.

Per preparare questa saporita e ricca zuppa, occupati innanzitutto delle polpettine di vitello: in una ciotola mescola la carne trita di vitello assieme a due cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato, un uovo, un pizzico di sale e una macinata di pepe, quindi impasta il tutto e forma tante piccole polpettine tonde, grosse poco più di una nocciola.

Lascia riposare le polpettine per 15 minuti a temperatura ambiente e nel frattempo lava bene la scarola, tagliala a listarelle e falla lessare in una pentola colma di acqua leggermente salata in ebollizione, lasciandola cuocere per 4 minuti, poi scolala bene e tienila da parte.

Fai cuocere le polpettine di vitello in una padella assieme a un filo di olio, facendole rosolare bene per qualche minuto, finché saranno ben cotte anche internamente, poi trasferiscile in una ciotola e tienile da parte.

Occupati ora delle polpettine di caciocavallo: in una ciotola mescola il caciocavallo grattugiato assieme a un uovo, un cucchiaio di parmigiano grattugiato e uno o due cucchiai di farina (la quantità di farina dipende dalla dimensione dell’uovo), e impasta il tutto fino ad ottenere un composto sodo e modellabile. Ricava con questo composto tante piccole palline tonde, grandi all’incirca come le polpettine di carne, infarinale per bene e rosolale in una padella posta su fuoco vivace assieme a un filo di olio di oliva. Una volta pronte, mettile in un piatto e tienile da parte.

A questo punto non ti resta che assemblare la zuppa, che detto così è un po’ strano, ma in effetti, la zuppa va effettivamente assemblata. Scalda il brodo di gallina, unisci le polpette di carne, quelle di caciocavallo, la scarola lessata e mescola delicatamente, quindi distribuisci nei piatti fondi i dadini di pane tostato, il caciocavallo a cubetti e un paio di mestoli di zuppa, avendo cura di pescare dal fondo della pentola, in modo da prendere tutti gli ingredienti. La zuppa Santè è pronta per essere gustata, ben calda!

Varianti: alcune versioni prevedono anche delle uova sode (1 uovo ogni due commensali), tagliate a pezzettini e aggiunte alla zuppa assieme agli altri ingredienti. Altre varianti possono essere l’aggiunta di fagioli cannellini o patate ridotti in purea per addensare il brodo, che può essere di carni miste, invece che di sola gallina. Le polpettine possono inoltre essere fatte con la carne tritata della gallina bollita (quella usata per fare il brodo).

Articoli correlati


Vota questa ricetta

3/5 | 1 voti



ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

precedente
Pannocchio al mais
successivo
Bavarese al pistacchio
  • 1.135 visualizzazioni
  • 180 min
  • 6 porzioni
  • Difficoltà difficile
  • 513 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

1,2 litri di brodo di gallina
2 cespi di scarola
300 g di carne macinata di vitello
2 uova
parmigiano reggiano grattugiato q.b.
farina 00 q.b.
6 fette di pane casereccio tostato e tagliato a dadini
150 g di caciocavallo stagionato grattugiato
250 g di caciocavallo stagionato a cubetti
olio di oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
precedente
Pannocchio al mais
successivo
Bavarese al pistacchio

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.