Gnocchi rosolati ai funghi

Gnocchi rosolati ai funghi

Un nuovo modo di preparare gli gnocchi

Extra:
  • Vegetariana

Un piatto deliziosamente autunnale, saporito e fuori dal comune.

Ingredienti

Preparazione Gnocchi rosolati ai funghi

Condividi

Un piatto insolito, anche se si tratta di semplici gnocchi ai funghi, infatti la cosa insolita non sono gli ingredienti, che a conti fatti sono molto comuni, ma la cottura. Questi gnocchi vengono sbollentati appena per poi essere di fatto rosolati e cotti direttamente in padella, un po’ come nel caso della ricetta://243 Gnocchi fritti 118.

Per realizzarli, puoi utilizzare degli gnocchi già pronti oppure puoi realizzarli tu in casa, seguendo la ricetta://1472 Gnocchi di patate. Per quanto riguarda i funghi, se non trovi gli Champignon e nemmeno i Portobello, puoi utilizzare altri tipi di funghi, a seconda della disponibilità: vanno bene praticamente tutti, ad esempio Porcini, Famigliole, Chiodini, Orecchioni, Cardoncelli, Finferli, Piopparelli e via dicendo.

Una volta preparati gli gnocchi (o comprati, se non hai voglia di farli in casa), occupati degli 800 g di funghi, che vanno puliti dal terriccio e dalle impurità: durante l’operazione di pulizia, la cosa più importante è non immergerli mai in acqua, l’ideale sarebbe pulirli con una piccola spazzola morbida e asciutta, oppure se proprio sono pieni di terra, puoi passarli sotto acqua fredda e tamponarli delicatamente con un asciugamano. Se non dovessi trovarli freschi, in emergenza puoi usare quelli surgelati, ma tieni conto che per questa ricetta è meglio usarli freschi, perché quelli surgelati tendono a rilasciare molta acqua e in questo caso la rosolatura degli gnocchi ne risentirebbe moltissimo.

Quando i funghi saranno ben puliti tagliali a pezzi, metti a rosolare lo spicchio di aglio in una padella capiente posta su fuoco vivace assieme a un filo di olio di oliva e dopo un minuto unisci i funghi, mescola bene e lasciali cuocere a fiamma vivace per qualche minuto, fino a quando saranno cotti e ben rosolati.

Spegni il fuoco, togli i funghi dalla padella e mettili a scolare in un colino posto su di una ciotola, per raccogliere i liquidi in eccesso (se ce ne sono).

A questo punto fai sbollentare per 1 minuto 1,2 kg di gnocchi in una pentola colma di acqua salata in ebollizione, non dovranno salire a galla, ma solo inumidirsi e cuocersi parzialmente.

Dopo 1 minuto scolali e mettili a rosolare assieme a 3 cucchiai di olio nella padella dove hai fatto cuocere i funghi, mescolando spesso per evitare che si attacchino fra loro.

Fai rosolare gli gnocchi per qualche minuto, fino a quando avranno preso colore e si sarà formata una crosticina dorata in superficie.

Aggiungi ora i funghi cotti nella padella assieme agli gnocchi e prosegui la cottura per un paio di minuti, aggiungendo se necessario un pochino di liquido di cottura dei funghi tenuto da parte.

Aggiusta di sale gli gnocchi, cospargili con 20 g di prezzemolo fresco tritato e un po’ di grana padano grattugiato, secondo i tuoi gusti. Gli gnocchi rosolati ai funghi sono pronti per essere serviti! Buon appetito!


Vota questa ricetta




ValentinaPiccoleRicette

Piemontese di origine, Lombarda di adozione. Potrei dire che cucino per passione, ma la verità è che cucino perchè sono una mangiona. Lo sono sempre stata, fin da piccola, anche quando mia madre mi metteva nel piatto le rape o il fegato con le cipolle, non facevo un plissè e ripulivo il piatto, un tritatutto insomma. Poi crescendo invece... non sono cambiata.

precedente
Pasta frolla montata
successivo
Pere al prosciutto e Roquefort
  • 574 visualizzazioni
  • 30 min
  • 4 porzioni
  • Difficoltà media
  • 693 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

1,2 kg di gnocchi di patate
800 g di funghi freschi tipo Champignon o Portobello non troppo grandi
1 spicchio di aglio sbucciato
20 g di prezzemolo fresco tritato
grana padano grattugiato q.b.
olio di oliva q.b.
sale q.b.
precedente
Pasta frolla montata
successivo
Pere al prosciutto e Roquefort

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.