Ricetta Lonza alla rucola - La ricetta di Piccole Ricette
Lonza alla rucola

Lonza alla rucola

Extra:
  • Economica
  • Senza glutine

Ingredienti

Preparazione Lonza alla rucola

Condividi

La lonza alla rucola è un piatto leggero, economico e molto gustoso. Il gusto amaro della rucola viene attenuato leggermente dalla dolcezza del pecorino.

Per cominciare lava bene la rucola, asciugala e mettila in un mixer (meglio se con le lame di plastica o ceramica) assieme al pecorino, un pizzico di sale e una generosa macinata di pepe, quindi azionalo a scatti fino ad ottenere un composto piuttosto grossolano. Se preferisci, puoi tritare la rucola con una mezzaluna o un coltello.

Ungi con poco olio di oliva le fettine di lonza e mettile a rosolare in una padella antiaderente ben calda, senza altri condimenti. Lascia cuocere le fettine un minuto e mezzo, poi girale dall’altro lato e cospargile con il trito di rucola e pecorino, copri con il coperchio e lasciale cuocere ancora per un minuto o due.

Alla fine le fettine dovranno essere cotte e ben rosolate e il pecorino ben sciolto.

Lasciale riposare per qualche istante prima di servirle in tavola e buon appetito!


Vota questa ricetta




ValentinaPiccoleRicette

Piemontese di origine, Lombarda di adozione. Potrei dire che cucino per passione, ma la verità è che cucino perchè sono una mangiona. Lo sono sempre stata, fin da piccola, anche quando mia madre mi metteva nel piatto le rape o il fegato con le cipolle, non facevo un plissè e ripulivo il piatto, un tritatutto insomma. Poi crescendo invece... non sono cambiata.

precedente
Sformato di patate e prosciutto
successivo
Guacamole
  • 684 visualizzazioni
  • 20 min
  • 2 porzioni
  • Difficoltà media
  • 407 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

400 g circa di lonza di maiale a fette spesse 5 millimetri
20 g di pecorino dolce grattugiato
80 g di rucola fresca
olio di oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
precedente
Sformato di patate e prosciutto
successivo
Guacamole

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.