Ricetta Torta al rabarbaro e frutti rossi - La ricetta di Piccole Ricette
Torta al rabarbaro e frutti rossi

Torta al rabarbaro e frutti rossi

Extra:
  • Vegetariana
Cucina:

Ingredienti

Preparazione Torta al rabarbaro e frutti rossi

Condividi

Lo ammetto, amo il rabarbaro oltre ogni limite. Da quando l’ho scoperto quasi per caso durante un viaggio negli Stati Uniti, me ne sono innamorata perdutamente! Ecco quindi questa deliziosa ricettina, che sarà in grado di farvi innamorare di una delle piante meno conosciute e utilizzate nella nostra cucina.

Per preparare questa deliziosa torta, devi innanzitutto occuparti della pie crust, ossia la base e la copertura della torta. Per realizzarla al meglio, è importantissimo che tutti gli ingredienti siano freddi. Ma freddi freddi freddi! Anche la farina, quindi parti per tempo e metti tutti gli ingredienti in frigo per una mezz’oretta, tranne il burro che deve essere congelato, quindi è meglio tagliarlo a cubetti e metterlo in freezer per almeno 15 minuti prima di utilizzarlo.

Trascorso il tempo necessario, metti tutta la farina, 20 g di zucchero e il sale in un mixer capiente, di quelli dotati di lama di metallo. Unisci i cubetti di burro congelati e aziona il mixer a scatti, al massimo della potenza, fino ad ottenere un impasto bricioloso. In alternativa, puoi usare due coltelli affilati o una mezzaluna per incorporare il burro con la miscela di farina, l’importante è non toccarlo mai con le mani calde.

Versa il composto ottenuto in una ciotola capiente e unisci l’aceto (freddo) e 5 cucchiai d’acqua ghiacciata, quindi mescola bene con una forchetta. Il composto dovrà essere ancora bricioloso ma rimanere attaccato se si pizzica tra le dita, quindi se necessario, unisci ancora un po’ d’acqua gelata.

Ora trasferisci questo composto sul piano di lavoro, impastalo velocemente e ricava due palline di impasto. Non ti preoccupare se rimangono dei pezzetti di burro interi, è proprio così che deve essere! Avvolgile nella pellicola trasparente e schiacciale con il palmo della mano ottenendo due dischetti spessi e mettili in frigorifero per almeno 1 ora prima di utilizzarli.

Mentre la pasta riposa in frigorifero, occupati del ripieno: lava e monda il rabarbaro, eliminando le foglie e le parti rovinate, poi taglia le coste a pezzetti di uno o due centimetri e tienile da parte. Lava le fragole, elimina i piccioli e le foglie, quindi tagliale a spicchi e per ultimi lava con delicatezza i lamponi.

Trasferisci il rabarbaro, le fragole e i lamponi in una ciotola capiente, unisci lo zucchero a velo, la scorza e il succo di limone, quindi mescola con cura il tutto e lascia riposare il ripieno per mezz’ora circa, poi trasferisci in una casseruola il liquido che si sarà formato nella ciotola e fallo cuocere a fuoco basso, mescolando spesso, fino a quando si sarà addensato abbastanza e sarà diventato come uno sciroppo. Fatto ciò, fai intiepidire lo sciroppo.

Nel frattempo scalda il forno in modalità statica a 220 °C e cospargi la frutta a pezzetti con l’amido di mais, mescolando con cura il tutto.

Trascorso il tempo di riposo della pasta, tira fuori dal frigo uno dei due panetti e stendilo con un mattarello, ottenendo un disco spesso circa 3 millimetri e adagialo in uno stampo da crostate (con i bordi alti), del diametro di circa 26-28 centimetri (lasciando sbordare la pasta un paio di centimetri), riempilo con la frutta e versaci dentro lo sciroppo addensato ormai tiepido.

A questo punto tira fuori dal frigo il secondo panetto, stendilo ottenendo un disco dello spessore di 3 millimetri e ricavane tante strisce larghe 1 centimetro circa. Utilizza le strisce per decorare la superficie della torta, incrociandole fra di loro o realizzando i decori che preferisci, poi rigira verso l’interno la pasta in eccesso e pizzica bene il bordo esterno, se vuoi decorandolo con i rebbi di una forchetta.

Spennella le strisce di pasta e il bordo della torta con il tuorlo sbattuto assieme a un goccio di latte e cospargi la torta con poco zucchero di canna, dopodichè trasferiscila in forno caldo (a 220 °C in modalità statica) e lasciala cuocere per circa 45-55 minuti.

Una volta cotta, sfornala e lasciala riposare a temperatura ambiente per qualche ora, prima di servirla in tavola, in questo modo avrà il tempo di rassodarsi e compattarsi.

Articoli correlati


Vota questa ricetta




ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Focaccia senza lievito
precedente
Focaccia senza lievito
successivo
Tartare di melone feta e menta
  • 652 visualizzazioni
  • 150 min
  • 12 porzioni
  • Difficoltà difficile
  • 288 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

320 g di farina 00
220 g di burro congelato a dadini
1 pizzico di sale
20 g di zucchero semolato
5-6 cucchiai di acqua ghiacciata
1 cucchiaio di aceto di mele
100 g di zucchero a velo
300 g di fragole pulite
250 g di rabarbaro pulito
150 g di lamponi
la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
1 cucchiaio di succo di limone
25 g di amido di mais
1 tuorlo leggermente sbattuto con un goccio di latte
poco zucchero di canna per guarnire
Focaccia senza lievito
precedente
Focaccia senza lievito
successivo
Tartare di melone feta e menta

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.