Ricetta Zuppa di Matzo balls - La ricetta di Piccole Ricette
Zuppa di Matzo balls

Zuppa di Matzo balls

Extra:
  • Economica
  • Senza lattosio

Ingredienti

Preparazione Zuppa di Matzo balls

Condividi

La zuppa di Matzo (o Matzah) balls è un piatto della tradizione ebraica, sovente consumato nel periodo di Pasqua (ma eccezionale da gustare nella stagione fredda, per gli amanti come me di brodini e company). Le Matzo balls sono grossomodo l’equivalente ebraico degli strozzapreti e degli knodel, solo che queste sono fatte con la farina di Matzo, ossia il pane azzimo tritato, una specie di cracker sottile e molto croccante, dal sapore neutro. Volendo, puoi sostituire il pane azzimo tritato con un normale pangrattato, ma le Matzo balls ne risentiranno non poco in leggerezza. Per gustare al meglio le Matzo balls ti consiglio di preparare un buon brodo di pollo, seguendo la ricetta://1580 Brodo di carne che trovi nella sezione delle preparazioni base e sostituendo la carne di manzo con quella di pollo. Volendo però puoi anche gustare le Matzo ball con un buon brodo vegetale, per una versione più leggera. Una volta preparato il brodo, dovrai tenere da parte un po’ di carne di pollo bollita, perché ti servirà per completare il piatto.

Per preparare le Matzo ball, metti le uova in una ciotola capiente, tenendo da parte 2 albumi (nella ciotola ci saranno quindi 4 tuorli e 2 albumi). Unisci 60 ml di brodo di pollo (il resto del brodo ti servirà per la zuppa), 60 ml di olio di oliva o di semi, un pizzico di sale e di pepe, il pane azzimo tritato finemente, poi mescola con cura il tutto, ottenendo un composto piuttosto sodo e compatto.

A parte monta a neve ferma i 2 albumi tenuti da parte, quindi incorporali delicatamente al composto appena preparato, mescolando con cura fino ad amalgamare il tutto. Copri la ciotola con la pellicola trasparente e metti a rassodare il composto in frigorifero per 30 minuti circa.

Non appena sarà trascorso il tempo di riposo dell’impasto, tiralo fuori dal frigo, poi aiutandoti con un cucchiaio e con le mani bagnate, forma con l’impasto tante palline che potranno essere più o meno grandi, varierà solo il tempo di cottura, che dovrà essere di circa 20 minuti se le palline sono grandi come una noce, fino ad arrivare a 35-40 minuti se hai fatto delle palline più grandi. Indicativamente comunque, se fai delle palline grandi poco più di una noce, ne verranno fuori circa 16, quindi quattro per piatto, se le fai più grandi, possono venirne anche due per piatto.

Nel frattempo porta ad ebollizione il brodo e appena inizierà a bollire, tuffa le polpette nel brodo caldo e lasciale cuocere per circa 20 minuti (o più, se sono più grandi), dopodiché servile nei piatti assieme al loro brodo completando la zuppa con pezzetti di carne di pollo, carote bollite e tagliate a rondelle e se vuoi un po’ di aneto fresco tritato.


Vota questa ricetta




ValentinaPiccoleRicette

Piemontese di origine, Lombarda di adozione. Potrei dire che cucino per passione, ma la verità è che cucino perchè sono una mangiona. Lo sono sempre stata, fin da piccola, anche quando mia madre mi metteva nel piatto le rape o il fegato con le cipolle, non facevo un plissè e ripulivo il piatto, un tritatutto insomma. Poi crescendo invece... non sono cambiata.

precedente
Anicini
successivo
Vitello alla gremolata
  • 577 visualizzazioni
  • 90 min
  • 4 porzioni
  • Difficoltà media
  • 652 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

180 g di pane azzimo tritato finemente
1,6 litri di brodo di pollo sgrassato
60 ml di olio di oliva o di semi di mais
4 uova
2 carote bollite
400 g di carne di pollo bollita a pezzetti
2 cucchiai di aneto fresco tritato (facoltativo)
sale q.b.
pepe q.b.
precedente
Anicini
successivo
Vitello alla gremolata

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.