Ricetta Brasato al Barolo - La ricetta di Piccole Ricette
Brasato al Barolo

Brasato al Barolo

Cucina:

Ingredienti

Preparazione Brasato al Barolo

Condividi

Questa ricetta non è molto difficile da fare, ha solo dei tempi di attesa molto lunghi, perciò inizia il giorno prima a preparare la carne.

Metti la carne in una terrina, con la carota e il sedano tagliati grossolanamente, la cipolla divisa in 4 e steccata con i chiodi di garofano, la cannella, le bacche di ginepro e tutte le erbe e le spezie (le erbe possono essere fresche o secche, non fa differenza), ricopri tutto con il barolo.

Per spendere un po’ meno, ti consiglio di usare il Nebbiolo, che è identico (anche perché il Barolo è ricavato da uve nebbiolo) ma costa meno! (non fare come mio marito, che ha comprato un barolo da 25 euro)

Assicurati che la carne sia completamente immersa nel vino, poi copri la terrina con un coperchio o con della pellicola trasparente e metti in frigo. La carne deve restare a mollo nel vino per almeno una notte, meglio una notte e una mezza giornata, perché più assorbe il vino, più il brasato sarà buono e morbido!

In tutte queste ore, gira la carne un paio di volte, in modo che si impregni in modo uniforme.

Trascorso questo tempo, togli la carne dalla marinata avvolgila in carta da cucina, per asciugarla e tienila da parte. Adesso passa al setaccio la marinata, dividendo poi così: le erbette e le verdure vanno nel mixer, mentre l’alloro, i chiodi di garofano, le bacche di ginepro e la stecca di cannella vanno in una ciotolina e messi da parte.

Trita le verdure e le erbette molto finemente e tieni da parte anche questo composto.

Riprendi la carne, che a questo punto dovrebbe essere asciutta e avere un bel color porpora scuro. Infarinala bene senza eccedere.

In una pentola grande, metti il burro a soffriggere, e aggiungi il trito di verdure. Fai soffriggere a fuoco vivace per qualche minuto, poi aggiungi la carne infarinata e la fai rosolare bene da tutti i lati, dopodiché aggiungi anche il mix di chiodi di garofano, cannella, bacche di ginepro e foglie di alloro, e versi poco più di metà marinata di vino sopra la carne.

Porta a ebollizione bagnando ogni tanto con un mestolo di brodo caldo, quando il sugo si addensa troppo.

Cuoci così per almeno due ore a fuoco basso. Trascorso questo tempo, tira fuori la carne dalla pentola, falla riposare per una ventina di minuti e poi tagliala a fette, servendola con la salsa.

Vedrai che il risultato è valso l’attesa!

Articoli correlati


Vota questa ricetta

5/5 | 1 voti



Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

successivo
Cozze alla marinara
  • 888 visualizzazioni
  • 240 min
  • 4 porzioni
  • Difficoltà media
  • 580 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

1 kg di carne per arrosto
1 bottiglia di Barolo
farina q.b.
2 carote
1 cipolla grande
2 gambi di sedano
2 o 3 foglie di alloro
10 chiodi di garofano
1 stecca di cannella
5 o 6 bacche di ginepro
1 manciata di timo
1 manciata di origano
1 manciata di maggiorana
1 litro di brodo
80 g di burro
successivo
Cozze alla marinara