Ricetta Cavolfiore fritto - La ricetta di Piccole Ricette
Cavolfiore fritto

Cavolfiore fritto

In una parola delizioso

Extra:
  • Economica
  • Senza lattosio
  • Vegetariana

Ingredienti

Preparazione Cavolfiore fritto

Condividi

Anche se non sono in molti ad apprezzare questo ortaggio, ti assicuro che il Cavolfiore fritto è un contorno delizioso. Il sapore dolce e delicato del cavolfiore viene accentuato dalla panatura dorata che diventa l’involucro perfetto, asciutto e croccante, di un contorno davvero speciale.

Per preparare il Cavolfiore fritto, inizia occupandoti del cavolfiore, che va fatto sbollentare per qualche minuto prima di essere impanato e fritto, in questo modo accorcerai i tempi della frittura e non rischierai di ritrovarti delle cimette bruciacchiate all’esterno e crude internamente.

Per prima cosa quindi metti a sbollentare per 5 minuti 1 kg di cavolfiore a cimette in una pentola colma di acqua leggermente salata in ebollizione. Le cimette dovranno solo cuocersi parzialmente, in maniera da risultare ancora sode.

Non appena saranno sbollentate, scolale e raffreddale velocemente mettendole in una ciotola colma di acqua e ghiaccio o acqua comunque molto fredda, poi quando si saranno raffreddate, scolale nuovamente e mettile ad asciugare su un panno asciutto e pulito.

Nel frattempo predisponi sul tavolo tre ciotole: una ciotola con un po’ di farina 00, una seconda ciotola con le uova leggermente sbattute con una forchetta e una terza ciotola colma di pangrattato.

Non appena le cimette saranno asciutte, procedi con la panatura: passa le cimette di cavolfiore prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e successivamente nel mix di pangrattato aromatizzato, pressandole leggermente per far aderire la panatura.

In una padella o una casseruola abbastanza profonda fai scaldare a fuoco vivace abbondante olio di semi di arachidi, ricordandoti che le cose più importanti per ottenere un fritto asciutto e uniforme sono principalmente due: la prima, riguarda la quantità di olio, che deve essere in quantità sufficiente da superare in profondità l’alimento che si deve friggere, quindi in questo caso, se le cimette di pesce sono spesse 4 centimetri, l’olio dovrà essere profondo almeno 5-6 centimetri; la seconda cosa è la temperatura, che deve aggirarsi intorno ai 175-180 °C, quindi se non possiedi un termometro da olio, per verificarne la temperatura immergi nell’olio caldo uno stecchino di legno: se si formano delle bollicine intorno allo stecchino, significa che la temperatura è quella giusta.

Io di solito, per evitare errori utilizzo questo http://amzn.to/2FHwadF ossia un termometro digitale perfetto per rilevare in pochi secondi la temperatura dell’olio.

Quando l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura, metti a friggere due o tre cimette alla volta, avendo cura di smuoverle spesso ma in modo delicato per non staccare la panatura.

Non appena saranno ben dorate in superficie e la panatura sarà croccante, prelevale con una schiumarola e mettile ad asciugare su fogli di carta assorbente da cucina, poi procedi in questo modo con tutte le cimette.

Una volta pronte, spolverizzale con il prezzemolo fresco tritato e salale in superficie, poi servile se  vuoi con una buona salsa aioli, che puoi realizzare seguendo la ricetta://1563 Aioli.

Articoli correlati

Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Penne boscaiole
precedente
Penne boscaiole
Fudge alle nocciole
successivo
Fudge alle nocciole
  • 90 min
  • 45 porzioni
  • Difficoltà media
  • 573 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

1 kg di cavolfiore a cimette
farina 00 q.b.
2 uova
250 g di pangrattato
olio di semi di arachidi q.b.
8 g di prezzemolo fresco tritato finemente
sale q.b.
Penne boscaiole
precedente
Penne boscaiole
Fudge alle nocciole
successivo
Fudge alle nocciole