Ricetta Marmellata di arance e cannella - La ricetta di Piccole Ricette
Marmellata di arance e cannella

Marmellata di arance e cannella

La marmellata speziata e deliziosa

Extra:
  • Economica
  • Senza glutine
  • Senza lattosio
  • Vegetariana

Ingredienti

Preparazione Marmellata di arance e cannella

Condividi

La Marmellata di arance e cannella è una conserva deliziosa, perfetta da spalmare sul pane, preparare dolci e crostate ma anche da gustare assieme a formaggi stagionati e sapidi, come il pecorino. Con queste dosi otterrai circa 1 kg di marmellata, che potrai distribuire in 4 barattoli da 250 g ciascuno e le calorie indicate si riferiscono a circa 100 g di marmellata.

Per preparare la Marmellata di arance e cannella, occupati innanzitutto delle arance:  lavane 1,2 kg, grattandole delicatamente con una spazzolina, poi asciugale e con un coltello affilato pelale al vivo, rivelando la polpa dei frutti. Metti le bucce in una ciotola, dopo averle ridotte a listarelle e tienile un momento da parte.

Posizionati su una ciotola (per raccogliere i succhi che coleranno dalle arance) e taglia con un coltello gli spicchi, eliminando la pellicina bianca tra uno spicchio e l’altro, poi elimina eventuali semi e metti la polpa di arancia pulita nella ciotola, assieme al succo che, inevitabilmente, colerà. Spremi bene con le mani anche gli avanzi delle pellicine, in questo modo ne raccoglierai tutto il succo e mettilo sempre nella ciotola.

Metti una pentola piena d’acqua su fuoco vivace e appena inizierà a bollire, fai cuocere le bucce tenute da parte, lasciandole bollire per 5 minuti, poi scolale, cambia l’acqua nella pentola e appena inizierà bollire nuovamente, rimettile a cuocere per altri 5 minuti, dopodiché scolale e mettile in una casseruola capiente, aggiungendo anche la polpa e il succo delle arance.

Versa 500 g di zucchero nella casseruola e accendi il fuoco, tenendolo medio fino a quando il composto inizierà a sobbollire, quindi abbassa la fiamma al minimo, unisci un cucchiaino di cannella in polvere e prosegui la cottura (mescolando spesso) per 45-50 minuti o comunque fino a quando la marmellata si sarà addensata.

Il tempo di cottura può variare in base allo spessore della scorza delle arance, più sono spesse, meno tempo impiegherà la marmellata ad addensarsi, quindi tienila sempre sott’occhio. Per verificare il grado di cottura, puoi fare la prova del piattino, che consiste nel mettere un cucchiaino di marmellata su un piattino: se inclinandolo, la marmellata scivola lentamente o non scivola affatto, la consistenza è giusta e significa che è pronta e puoi spegnere il fuoco, altrimenti dovrai proseguire la cottura fino a quando la marmellata avrà raggiunto la giusta consistenza. A questo punto potrai decidere se frullare la tua marmellata di arance e cannella con un frullatore a immersione o lasciarla così com’è.

Di solito per frullare le cose calde direttamente nella pentola io utilizzo un frullatore ad immersione come questo https://amzn.to/2J3z2nt che ha il mixer ad immersione in acciaio resistente al calore.

Una volta cotta, spegni il fuoco e versa la marmellata di arance e cannella ancora bollente nei vasetti adatti al sottovuoto precedentemente sterilizzati, arrivando a 2 centimetri circa dal bordo di ogni vasetto, quindi richiudili con il loro coperchio e capovolgili sottosopra, quindi lasciali raffreddare completamente, in questo modo si formerà il sottovuoto.

Per sterilizzare i vasetti prima dell’utilizzo, immergili in una pentola di abbondante acqua fredda (il livello dell’acqua deve superare i tappi dei vasetti di almeno 5 centimetri) avendo cura di avvolgerli in strofinacci di cotone, per evitare che si rompano sbattendo fra loro quando l’acqua bolle. Porta a ebollizione e lascia sul fuoco per 25 minuti, poi scolali bene e falli asciugare all’aria, a quel punto saranno pronti per essere riempiti.

In alternativa puoi fare così: riempi i vasetti (sempre precedentemente sterilizzati) di marmellata tiepida o fredda, arrivando a 2 centimetri circa dal bordo di ogni vasetto, quindi richiudili con il loro coperchio. Trasferisci i vasetti in una pentola capiente sistemando sul fondo e tra i vasetti dei canovacci che ne impediranno la rottura durante la cottura, quindi ricoprili di acqua fredda poi porta lentamente il tutto a bollore, lasciandoli bollire per 30 minuti.

Trascorso questo tempo spegni il fuoco e lascia freddare i vasetti nella loro acqua (ci vorrà qualche ora) dopodichè tirali fuori e asciugali, verificando che il sottovuoto sia stato fatto correttamente: se, premendo il tappo, non sentirai il classico ‘clic clac’, il sottovuoto si sarà formato correttamente. In caso contrario, dovrai cambiare il tappo e ripetere l’operazione. Riponi i vasetti in un luogo fresco e al riparo dalla luce, in questo modo la marmellata di arance e cannella si conserverà per un anno circa.

Se ami le marmellate di agrumi, allora puoi realizzare anche quella alle arance amare seguendo la ricetta://587 Marmellata di arance amare.

Articoli correlati


Vota questa ricetta

5/5 | 2 voti



Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Sfogliatine di San Valentino
precedente
Sfogliatine di San Valentino
Crostata di San Valentino
successivo
Crostata di San Valentino
  • 743 visualizzazioni
  • 120 min
  • 10 porzioni
  • Difficoltà media
  • 250 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

1,2 kg di arance tarocco o navel non trattate
500 g di zucchero
1 cucchiaino di cannella in polvere
Sfogliatine di San Valentino
precedente
Sfogliatine di San Valentino
Crostata di San Valentino
successivo
Crostata di San Valentino