Videoricetta Torta Arlecchino - La ricetta di Piccole Ricette

Torta Arlecchino
La torta perfetta per Carnevale

Extra:
  • Economica

Ingredienti

Preparazione Torta Arlecchino

Condividi

La torta Arlecchino è un dolce davvero spettacolare, coloratissimo e allegro, perfetto per carnevale ma anche per le feste dei bambini oppure per un party speciale! La sua consistenza soffice e la crema al mascarpone rendono questa Torta Arlecchino irresistibile!

Per realizzare questa torta, devi cominciare preparando la base di soffice pan di Spagna: quindi per prima cosa dividi i tuorli dagli albumi di 6 uova, e mettili in ciotole separate.

Monta i tuorli con 90 g di zucchero semolato, i semi della bacca di vaniglia e la scorza del limone, finchè otterrai un composto spumoso, chiaro e molto gonfio.

In una ciotola a parte setaccia 90 g di amido di mais assieme a 90 g di farina 00 e un pizzico di sale, quindi incorpora questo mix al composto di tuorli, poi unisci anche 2 cucchiai di acqua e mescola bene.

A questo punto monta a neve ferma gli albumi e quando saranno gonfi e ben montati, aggiungi i rimanenti 90 g di zucchero semolato (poco per volta) e continua a sbattere fino a quando quando la neve avrà un aspetto liscio e lucido.

Ora puoi incorporare la neve di albumi al composto di tuorli, zucchero e farina, anche tutta insieme, l’unico accorgimento è quello di mescolare con un cucchiaio di legno o una spatola effettuando movimenti circolari dal basso verso l’alto, per evitare che il composto si smonti.

Suddividi l’impasto in 6 ciotole (ma in base ai colori che vuoi ottenere, possono essere di meno o di più) e aggiungi in ogni ciotola un po’ di colorante in gel, così da ottenere impasti di colore diverso. L’ideale sarebbe averne uno rosso, uno arancione, uno giallo, uno verde, uno azzurro e uno viola.

Per ottenere dei colori brillanti, utilizzo questi http://amzn.to/2EcZVCZ che sono dei coloranti in gel che, oltre ad essere molto brillanti e vivaci, non danno sapori o odori strani agli impasti.

A questo punto versa a cucchiaiate l’impasto di ogni colore in modo sparso, e uno sull’altro, dentro uno stampo a cerniera del diametro di circa 20 centimetri e con i bordi alti circa 8-9 centimetri, ben foderato con la carta da forno.

Se non possiedi uno stampo di quelle dimensioni, puoi usare uno stampo da 22 o 24 centimetri, la torta verrà più bassa e potrai fare solo due strati, ma verrà comunque buonissima.

Se hai dei dubbi su come foderare lo stampo, a questo link https://youtu.be/TYAnfi3PBfc trovi un video con alcune tecniche semplicissime per foderare perfettamente varie tipologie di stampo.

Trasferisci la torta a cuocere nel forno preriscaldato in modalità statica a 180 °C per circa 40-45 minuti, o comunque fino a quando sarà ben cotta. Per verificarne la cottura, fai la prova dello stecchino, infilando uno stecco di legno al centro del dolce, se esce asciutto e senza impasto cremoso attaccato, significa che è pronto e che può essere sfornato, altrimenti rimettilo nel forno e prosegui la cottura per 5 minuti, poi ripeti la prova.

Una volta cotta, lascia riposare la base nel forno spento con lo sportello aperto per 5 minuti, dopodiché sfornala e lasciala raffreddare completamente.

Nel frattempo prepara il frosting, con cui farcirai e decorerai la torta Arlecchino: in una ciotola mescola 500 g di mascarpone per qualche istante, in modo da renderlo più morbido, dopodiché aggiungi 100 g di zucchero a velo precedentemente setacciato e una fialetta di aroma al limone, e mescola ancora.

Per finire, unisci 250 ml di panna fresca da montare freddissima, appena tirata fuori dal frigorifero, poi monta il tutto con le fruste elettriche fino a ottenere una consistenza densa e cremosa.

Trasferisci il frosting in una tasca da pasticcere munita di beccuccio liscio e largo, poi tienilo in frigorifero fino al momento di assemblare la torta.

Quando la torta sarà fredda, toglila dallo stampo e tagliala in tre dischi alti uguali.

Per tagliare le basi perfettamente dritte, e averle dello stesso spessore, utilizzo un taglia torte a filo come questo http://amzn.to/2A7GAPG che è regolabile e molto comodo.

Disponi la prima base su un piatto da portata, poi applica uno strato uniforme di farcia al centro del dolce e successivamente realizza tanti ciuffetti lungo la circonferenza.

Posiziona sopra a questo il secondo strato e procedi come prima, poi disponi anche il terzo strato e spalma un leggero strato di frosting solo al centro, poi realizza tanti ciuffetti di frosting lungo la circonferenza, dopodiché con l’aiuto di una spatola o il dorso inumidito di un cucchiaino stendi un ciuffetto alla volta verso il centro.

Decora la cima della torta con i confettini colorati e voilà, la tua torta arlecchino è pronta per essere servita.

Volendo potrai preparare la torta arlecchino con un giorno di anticipo, tenendola in frigorifero e tirandola fuori un paio di ore prima di servirla.

Articoli correlati


Vota questa ricetta

4.4/5 | 5 voti



ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Vellutata di carciofi e porri
precedente
Vellutata di carciofi e porri
Scacce ragusane
successivo
Scacce ragusane
  • 1.005 visualizzazioni
  • 120 min
  • 10 porzioni
  • Difficoltà media
  • 696 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

6 uova
180 g di zucchero semolato
90 g di amido di mais
90 g di farina 00
2 cucchiai di acqua
i semi di 1 bacca di vaniglia
la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
1 pizzico di sale
coloranti alimentari in gel di vari colori
500 g di mascarpone freddo di frigorifero
250 ml di panna fresca liquida fredda di frigorifero
100 g di zucchero a velo
1 fialetta di aroma al limone da 5 ml
confettini colorati per decorare q.b.
Vellutata di carciofi e porri
precedente
Vellutata di carciofi e porri
Scacce ragusane
successivo
Scacce ragusane

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.