Ricetta Crostoli al limoncello - La ricetta di Piccole Ricette
Crostoli al limoncello

Crostoli al limoncello

Super croccanti e profumati

Extra:
  • Economica
  • Vegetariana

Ingredienti

Preparazione Crostoli al limoncello

Condividi

I Crostoli al limoncello sono una versione golosissima e super profumata dei classici crostoli, le croccantissime sfoglie fritte tipiche del periodo di Carnevale, che vengono chiamate con nomi diversi a seconda della regione di provenienza: cròstoli in Trentino, chiacchiere o lattughe in Lombardia, cenci o donzelle in Toscana, frappe o sfrappole in Emilia, galani o gale in Veneto, bugie in Piemonte, così come anche rosoni, lasagne, pampuglie in altre zone d’Italia.

Per realizzare questo dolce è importante che il burro sia ben ammorbidito, quindi se vuoi, a questo link https://youtu.be/CSP0A1uVpOw trovi un video dove faccio vedere come ammorbidire velocemente il burro, senza correre il rischio di scioglierlo.

Per preparare i crostoli al limoncello, inizia preparando l’impasto: in una ciotola metti 200 g di farina Manitoba, 100 g di farina 00, 1 pizzico di sale, la scorza grattugiata di 1 limone non trattato e 40 g di zucchero, poi mescola bene tutti questi ingredienti.

fai un buco al centro della farina e aggiungi 2 uova, 40 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente, 30 g di limoncello e impasta il tutto in modo da ottenere un panetto liscio e uniforme.

Avvolgi il panetto di pasta nella pellicola trasparente e lascialo riposare per mezz’ora circa.

Trascorso il tempo del riposo, riprendi l’impasto e prelevane poco per volta, lasciando il rimanente avvolto nella pellicola, quindi stendi il pezzetto ricavato con un mattarello o una macchina sfogliatrice fino ad ottenere una striscia di impasto molto sottile, al massimo di due millimetri.

Per stendere la pasta io di solito utilizzo questa https://amzn.to/39O8JQX ossia la classica macchinetta tirapasta che si utilizza anche per la pasta fresca.

Taglia la striscia in tanti rettangoli della dimensione che desideri e mettili a friggere in una casseruola con abbondante olio di semi di arachidi ben caldo girandoli un paio di volte fino a quando saranno cotti e dorati e si saranno formate le classiche bolle in superficie.

Le cose più importanti per ottenere dei crostoli asciutti e dorati sono principalmente due: la prima, riguarda la quantità di olio, che deve essere in quantità sufficiente, quindi in questo caso l’olio dovrà essere profondo almeno 3-4 centimetri; la seconda cosa è la temperatura, che deve aggirarsi intorno ai 175 °C, quindi se non possiedi un termometro da olio, per verificarne la temperatura immergi nell’olio caldo uno stecchino di legno: se si formano delle bollicine intorno allo stecchino, significa che la temperatura è quella giusta.

Procedi in questo modo fino ad esaurimento dell’impasto e man mano che sono cotti, preleva i crostoli dall’olio con una schiumarola e mettili a scolare su dei fogli di carta assorbente da cucina.

Quando saranno tutte pronti e ben scolati, cospargili con poco zucchero a velo e servi i tuoi crostoli al limoncello.

Se vuoi provare una versione davvero divina di questi famosi dolci carnevaleschi allora prova la buonissima ricetta://1732 Bugie ripiene.

Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Padellata di prosciutto e pane
precedente
Padellata di prosciutto e pane
successivo
Spaghetti alle seppioline e pomodori
  • 90 min
  • 45 porzioni
  • Difficoltà media
  • 56 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

200 g di farina Manitoba
100 g di farina 00
1 pizzico di sale
la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
40 g di zucchero
2 uova
40 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente
30 g di limoncello
zucchero a velo q.b.
olio di semi di arachidi q.b.
Padellata di prosciutto e pane
precedente
Padellata di prosciutto e pane
successivo
Spaghetti alle seppioline e pomodori