Ricetta Pasta alla Norma - La ricetta di Piccole Ricette
Pasta alla Norma

Pasta alla Norma

Extra:
  • Economica
  • Vegetariana
Cucina:

Ingredienti

Preparazione Pasta alla Norma

Condividi

La pasta alla Norma è uno dei grandi classici della cucina italiana. La sua origine è siciliana (catanese per la precisione) e fu inventata per celebrare la famosa opera lirica (la Norma, appunto) di Vincenzo Bellini, originario proprio di Catania. È un piatto prelibatissimo, dove i sapori della Sicilia (ricotta salata, melanzane e basilico) si sposano in una miscela ineguagliabile, dando vita a un tripudio di sapori da gustare con tanto di scarpetta finale.

Per prima cosa, dedicati alla preparazione del condimento. Pulisci e lava 500 g di melanzane, spuntale e tagliale a fettine spesse mezzo centimetro usando un coltello affilato o una mandolina. Mettile in un colino posato sopra una ciotola, disponendole a strati e cospargendo ogni strato con del sale grosso. Copri con un piatto in modo che si schiaccino per bene e lascia riposare per 2 ore, per eliminare l’acqua in eccesso. Questo passaggio può essere saltato, se utilizzi delle melanzane piccole e molto asciutte.

Ungi di olio di oliva una padella antiaderente con i bordi alti e metti a rosolare 1 spicchio di aglio sbucciato. Dopo un minuto, aggiungi 800 g di pomodori pelati (schiacciandoli prima con la forchetta, se preferisci), aggiusta di sale e pepe e fai cuocere per 20 minuti a fuoco medio, finché non raggiungono il bollore. A questo punto, toglili dal fuoco, passali al setaccio per eliminare i semi (se invece i semini non ti danno fastidio, puoi saltare questo passaggio), rimettili in padella e falli cuocere per altri 10 minuti. A cottura ultimata, spegni la fiamma, aggiungi qualche fogliolina di basilico per insaporire e tieni da parte.

Passate le 2 ore, sciacqua con cura le melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare il sale e tamponale bene con uno strofinaccio pulito. Intanto, in un tegame con i bordi alti porta a temperatura abbondante olio di semi. Quando è ben caldo (l’ideale è 170-180 °C) friggi poche fettine di melanzana per volta, facendole scolare poi sulla carta da cucina, per eliminare l’olio in eccesso. Tienine da parte alcune intere per decorare i tuoi piatti, e taglia a listarelle le altre.

Unisci le melanzane a listarelle alla salsa di pomodoro. Porta a ebollizione abbondante acqua salata e cuoci al dente 320 g di maccheroni o rigatoni. Scolali, versali nella padella della salsa e falli saltare per 1-2 minuti, in modo da far amalgamare per bene tutti i sapori (mi raccomando di non prolungare ulteriormente questa fase, per evitare che la pasta scuocia).

Impiatta, completa con le fettine di melanzana che hai tenuto da parte e dai il tocco finale con una generosa spolverizzata di ricotta salata grattugiata e qualche fogliolina di basilico fresco.

Articoli correlati


Vota questa ricetta




ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

precedente
Insalata del bosco
successivo
Antipasto pizza di anguria
  • 606 visualizzazioni
  • 180 min
  • 4 porzioni
  • Difficoltà media
  • 698 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

320 g di maccheroni o rigatoni
500 g di melanzane
800 g di pomodori pelati
1 spicchio di aglio sbucciato
ricotta salata grattugiata q.b.
qualche fogliolina di basilico fresco
olio di oliva q.b.
olio di semi per friggere q.b.
sale grosso q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
precedente
Insalata del bosco
successivo
Antipasto pizza di anguria

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.