Videoricetta Cream Tart, torta Trend del 2018 - La ricetta di Piccole Ricette

Cream Tart
La torta più bella ed elegante del mondo

Interamente personalizzabile, decorala con quello che più ti piace!

Ingredienti

Preparazione Cream Tart

Condividi

La Cream Tart, inutile dirlo, è la torta del momento, che sta facendo letteralmente impazzare il web. L’idea di questa spettacolare torta è nata dalla pasticcera israeliana Adi Klinghofer e se non l’hai mai vista, si tratta di dolce composto da due o più strati (ma di solito è fatta da due strati) di biscotto che possono avere forma di lettera, di cuore o di numero, farciti con una crema e decorati con le cose più belle e particolari.

La cosa bella è che sia per la base, che per la farcia e per le decorazioni della Cream Tart, si può utilizzare quello che si vuole: ne ho viste versioni fatte con pasta frolla e farcite con una crema al mascarpone, come quella della ricetta://3269 Frosting al mascarpone, oppure fatte con pasta sfoglia o sablèe alle mandorle, o ancora con pan di Spagna e farcite con creme pasticcere e decorate con le cose più disparate. Insomma, è un dolce che concede molta libertà e quindi anche io  non ho saputo resistere e ho realizzato una mia versione.

Come base, ho scelto di fare una sorta di pasta frolla, ma più resistente, così il rischio di romperla è minore e come farcia, ho scelto di fare una mousse allo yogurt e limone, per renderla più soffice e delicata di una classica crema al burro o mascarpone.

Parlando delle decorazioni invece, la scelta è ampia, perché si possono usare cioccolatini, caramelle gommose, fiori edibili, frutta fresca, macarons, popcorn caramellati e tutto ciò che di commestibile e dolce può venirti in mente. Come fiori, io ho utilizzato delle rose, dei crisantemi e delle primule, ma tu puoi usare i fiori che preferisci: Violette, Camomilla, limone, arancio, gelsomino, garofani, ibisco, dente di leone, lavanda margherite, nasturzio, trifoglio o acacia, solo per fare degli esempi.

I macarons puoi farli in casa, seguendo ad esempio la ricetta://1070 Macarons al limone oppure puoi comprarli già fatti. La stessa cosa vale per le meringhe, che puoi fare in casa seguendo la ricetta://834 Meringhe di San Valentino oppure puoi comprarle, l’importante è che siano piccoline, in modo da non sovrastare le altre decorazioni. E se vuoi utilizzare i popcorn, allora puoi seguire la ricetta://1859 Popcorn caramellati.

Detto questo, per realizzare la Cream Tart, inizia preparando la crema per farcire: fai ammorbidire 18 g di gelatina in fogli per 10 minuti in una ciotola colma di acqua fredda. Non appena sarà morbida, scolala, strizzala e mettila a sciogliere in un pentolino posto su fuoco basso assieme al succo spremuto di un limone e mezzo e non appena sarà ben sciolta, lasciala intiepidire, dopodiché mettila in una ciotolina assieme a 280 g di yogurt agli agrumi a temperatura ambiente, mescola bene con una frusta a mano facendo attenzione che non si formino grumi, poi aggiungi la scorza grattugiata di un limone e mezzo non trattato e mescola ancora qualche istante per amalgamare il tutto.

Procedi montando a neve 600 ml di panna fresca liquida (ben fredda) assieme a 140 g di zucchero a velo, fino a quando sarà ben gonfia e soffice, dopodiché incorpora il composto di yogurt e gelatina, mescolando con delicatezza il tutto con una spatola ed effettuando movimenti circolari dal basso verso l’alto, per non smontare il composto.

Trasferisci la crema in una o più tasche da pasticcere e mettila a rassodare in frigorifero per almeno 2-3 ore o comunque fino a quando sarà un po’ rappresa.

Nel frattempo prepara la base di frolla per il dolce: in un mixer dotato di lame in metallo, metti 400 g di farina 00, 160 g di zucchero semolato, i semi della mezza bacca di vaniglia, la scorza grattugiata di mezzo limone non trattato, un pizzico di sale e 240 g di burro freddo a cubetti, quindi azionalo a scatti fino ad ottenere un composto sabbioso e bricioloso.

Versa il composto bricioloso in una ciotola, formando una fontana, poi crea un buco al centro. Nel buco metti 1 uovo grande e impasta il tutto velocemente con le mani, fino ad ottenere un panetto di pasta liscio e omogeneo.

Avvolgi il panetto in un foglio di pellicola trasparente e trasferiscilo in frigorifero per almeno un’ora, appiattendolo leggermente, così si rassoderà più velocemente.

Trascorso il tempo necessario, riprendi il panetto di pasta e stendine metà su un foglio di carta da forno leggermente infarinato, fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 3-4 millimetri.

Utilizzando una sagoma di carta dalla forma che preferisci (se vuoi a questo link https://www.piccolericette.net/piccolericette/prodotto/sagome-da-ritagliare-per-cream-tart trovi le sagome con tutte le lettere e i numeri) ritaglia l’impasto ottenendo la prima lettera che hai deciso e rimpasta i ritagli, in modo da ottenere un’altra forma identica, poi fai lo stesso con la seconda lettera o numero, in questo modo otterrai quattro forme.

Trasferisci le quattro forme con la loro carta da forno nel congelatore per 15-20 minuti, in maniera che si induriscano bene.

Io ho realizzato le due iniziali di Piccole Ricette, quindi tieni conto che queste dosi ti basteranno per realizzare 4 lettere o 4 numeri, alti circa 27-28 centimetri con un po’ di scarto, che se vuoi, potrai utilizzare per ricavare dei biscottini extra per decorare la tua torta.

Quando le forme saranno ben congelate, mettile a cuocere nel forno preriscaldato in modalità statica a 180 °C per circa 15-18 minuti o comunque fino a quando saranno ben cotte e dorate, dopodiché sfornale e lasciale raffreddare completamente.

Non appena la crema sarà ben rappresa, tirala fuori dal frigo, disponi le prime due forme di biscotto su un vassoio (nel mio caso, una P e una R), ricoprile interamente con ciuffetti di crema, poi adagiaci sopra le altre due forme e ricopri anche queste con ciuffetti di crema.

Ora non ti resta che decorare ogni Cream Tart con i macarons, i fiori edibili, le fragole tagliate a metà per il lungo, le more e le meringhe.

La tua Cream Tart è pronta per essere servita! Se non la consumi subito, mettila in frigorifero fino al momento di servirla. Una volta pronta, in frigorifero si conserverà per un massimo di due giorni, ma tieni conto che più rimarrà in attesa, più la base di biscotti tenderà ad ammorbidirsi e le decorazioni perderanno la loro freschezza, quindi il mio consiglio è quello di farla e consumarla in giornata, in modo da poterne apprezzare al meglio tutta la sua delicata e friabile struttura.

Articoli correlati


Vota questa ricetta

4.2/5 | 9 voti



ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Frittata al forno con formaggio
precedente
Frittata al forno con formaggio
Bolani afgani al porro
successivo
Bolani afgani al porro
  • 13.216 visualizzazioni
  • 300 min
  • 8 porzioni
  • Difficoltà difficile
  • 823 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

400 g di farina 00
160 g di zucchero semolato
i semi di mezza bacca di vaniglia
la scorza grattugiata di mezzo limone non trattato (per la frolla)
1 pizzico di sale
240 g di burro freddo a cubetti
1 uovo grande
280 g di yogurt agli agrumi a temperatura ambiente
600 ml di panna fresca liquida
140 g di zucchero a velo
il succo spremuto di un limone e mezzo
la scorza grattugiata di un limone e mezzo non trattato (per la crema)
18 g di gelatina in fogli
qualche fragola
un po’ di more
qualche meringa piccola
qualche fiore edibile per guarnire
qualche macarons
Frittata al forno con formaggio
precedente
Frittata al forno con formaggio
Bolani afgani al porro
successivo
Bolani afgani al porro

Carico i commenti...

Commenti

Esegui il login o registrati per commentare.