Ricetta Salsa Harissa al peperone - La ricetta di Piccole Ricette
Salsa Harissa al peperone

Salsa Harissa al peperone

Piccantissima e versatile

Extra:
  • Economica
  • Piccante
  • Senza glutine
  • Senza lattosio
  • Vegetariana

Ingredienti

Preparazione Salsa Harissa al peperone

Condividi

La Salsa Harissa al peperone è una salsa piccantissima di origine nordafricana, molto diffusa in Marocco, Tunisia e Algeria. Come spesso accade, non esiste una sola ricetta per preparare questa salsa, ma ce ne sono decine di versioni diverse, tutte ugualmente buone e dalla piccantezza variabile.

Personalmente adoro l’Harissa classica, realizzata con soli peperoncini rossi secchi, che è considerata più una miscela di spezie che come salsa vera e propria, come nel caso del mix://SP034 Harissa. Questa invece è più simile ad una salsa vera e propria, infatti in questa versione, una parte dei peperoncini viene sostituita dal peperone dolce e il tutto viene reso più cremoso e spalmabile dalla presenza del concentrato di pomodoro. Di norma questa salsa viene preparata con il peperone crudo, però, dato che amo il sapore del peperone arrostito, ho deciso di provarla così e devo dire che il risultato è stato davvero eccellente.

Personalmente adoro usare la Salsa Harissa al peperone per preparare una moltitudine di cose diverse, perché è perfetta da spalmare sul pane e da gustare da sola, oppure come salsa per arricchire panini (buonissima in abbinamento con tonno in scatola e cipolle crude), o per dare un tocco originale a cous cous, paste, minestre, insalate o kebab, o ancora per rendere più piccanti i deliziosi Falafel, che puoi realizzare seguendo la ricetta://1564 Falafel veloci.

Preparare la Salsa Harissa al peperone è davvero semplice e una volta pronta, potrai conservarla ben chiusa in un barattolo, in frigorifero fino a 2 settimane, avendo cura lasciarla sempre coperta di olio. Queste dosi ti permetteranno di ottenere circa 350 g di salsa, quindi le calorie indicate si riferiscono a circa 100 g di salsa.

Prima di iniziare però ti consiglio di munirti di guanti e lavorare in un ambiente ben areato, perché maneggiare una quantità simile di peperoncini potrebbe darti dei problemi non solo alla pelle ma anche alla respirazione. E mi raccomando non fare come me, se ti prudono gli occhi, resisti o saranno guai!

Per preparare la Salsa Harissa al peperone, inizia pulendo gli 80 g di peperoncini rossi secchi interi, eliminando la maggior parte dei semi e i peduncoli verdi. Metti i peperoncini secchi puliti in ammollo in una ciotola colma di acqua tiepida per 30 minuti circa, o comunque fino a quando saranno ben reidratati, dopodiché scolali bene e asciugali con un canovaccio pulito.

In una padella posta su fuoco basso fai tostare a secco (quindi senza olio o altri ingredienti) 1 cucchiaio di semi di coriandolo, 1 cucchiaino di semi di cumino e 1 cucchiaino di semi di carvi (chiamato anche cumino dei prati), lasciandoli tostare fino a quando inizieranno a sprigionare il loro intenso profumo e facendo attenzione a non bruciarli. Una volta tostati, spegni il fuoco e lasciali raffreddare.

Occupati quindi dei 300 g di falde pulite di peperone rosso: adagiale con la buccia verso l’alto, su una placca o una teglia dai bordi bassi foderata con carta da forno e falle cuocere in forno preriscaldato in modalità statica a 250 °C per circa 25-30 minuti, o comunque fino a quando la buccia si sarà chiazzata di colore scuro. A questo punto sfornale e trasferiscile in un sacchetto di plastica per alimenti, chiudendolo bene: questo procedimento crea molta umidità all’interno del sacchetto, facilitando così la sbucciatura, quando si saranno intiepidite. Una volta sbucciate, taglia le falde a pezzi più piccoli e tienili un momento da parte. Alla fine dovrai ottenere circa 240-250 g di peperone cotto.

In un mixer dotato di lame in metallo metti i peperoncini precedentemente ammollati e asciugati, il peperone rosso cotto, le spezie tostate, 5 spicchi di aglio sbucciati, 1 cucchiaio colmo di concentrato di pomodoro, il succo spremuto di mezzo limone, 10-15 foglie di coriandolo fresco e 1 cucchiaino di sale, poi aziona il mixer a scatti fino ad ottenere un composto abbastanza liscio e omogeneo.

Per questo genere di preparazioni io di solito utilizzo questo https://amzn.to/2qZJ7ZV un tritatutto dotato di 4 lame, che torna molto utile perché le lame poste ad altezze differenti tritano in maniera molto più uniforme e veloce, in questo modo la Salsa Harissa al peperone risulta molto più liscia.

Unisci a questo punto due o tre cucchiai di olio (o di più, la quantità di olio dipende da quanto vuoi che sia fluida la tua Harissa) e aziona ancora il mixer in maniera da ottenere una salsa omogenea.

Trasferisci la tua Salsa Harissa al peperone in uno o più barattoli precedentemente sterilizzati, ricoprila con un filo di olio e chiudili con il coperchio, poi conservala in frigo per qualche ora prima di iniziare ad utilizzarla.

Articoli correlati


Vota questa ricetta

5/5 | 2 voti



Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Insalata al prosciutto e fichi
precedente
Insalata al prosciutto e fichi
Unicorn frappè
successivo
Unicorn frappè
  • 173 visualizzazioni
  • 30 min
  • 3 porzioni
  • Difficoltà media
  • 132 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

80 g di peperoncini rossi secchi interi
300 g di peperone rosso pulito
5 spicchi di aglio sbucciati
1 cucchiaio di semi di coriandolo
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di semi di carvi
1 cucchiaio colmo di concentrato di pomodoro
il succo spremuto di mezzo limone
10-15 foglie di coriandolo fresco
olio di oliva q.b.
1 cucchiaino di sale
Insalata al prosciutto e fichi
precedente
Insalata al prosciutto e fichi
Unicorn frappè
successivo
Unicorn frappè