Videoricetta Zeppolone di San Giuseppe - La ricetta di Piccole Ricette

Zeppolone di San Giuseppe
Il dolce perfetto per festeggiare il Papà

Extra:
  • Vegetariana
Cucina:

Ingredienti

Preparazione Zeppolone di San Giuseppe

Condividi

Lo Zeppolone di San Giuseppe è proprio quello che sembra: una zeppola gigante, cotta in forno e farcita con tanta crema pasticcera, amarene sciroppate e frutti di bosco, ideale per fare contento il papà nel suo giorno di festa! E se proprio non vuoi rinunciare alla tradizione, allora puoi preparare le classiche zeppole, seguendo la ricetta://3139 Zeppole di San Giuseppe.

Per realizzare lo Zeppolone di San Giuseppe, inizia preparando la pasta choux, ossia la base da cuocere in forno: metti in una casseruola posta su fuoco medio, 150 ml di acqua, 75 g di burro, un cucchiaino raso di zucchero semolato fine e un pizzico di sale.

Quando il liquido inizierà a sobbollire, togli la pentola dal fuoco e incorpora 100 g di farina setacciata, mescolando bene con una frusta.

Trasferisci nuovamente la pentola sul fuoco e prosegui la cottura per qualche minuto, mescolando in continuazione.

L’impasto diventerà velocemente più sodo e si staccherà dalle pareti, formando una palla. Quando sul fondo e sulle pareti della casseruola si formerà una patina bianca, trasferisci la palla di impasto in una ciotola e lasciala intiepidire.

Non appena sarà intiepidita, aggiungi alla palla d’impasto tre uova, aggiungendole una alla volta e sbattendo bene con una frusta a mano tra un’aggiunta e l’altra, avendo cura di far assorbire completamente l’uovo prima di aggiungerne un altro. Una volta incorporate tutte e 3 le uova, avrai ottenuto la pasta choux.

Trasferisci la pasta choux in una tasca da pasticcere munita di bocchetta liscia o dentellata ma larga o anche solo una tasca da pasticcere usa e getta tagliata in punta, poi spremila su una teglia foderata con carta da forno, formando un cerchio da 15-16 centimetri di diametro, poi formane un altro all’esterno del primo, quindi leggermente più largo e uno sopra a questi due, poi formane un quarto più piccolo, all’interno del primo cerchio.

Metti a cuocere questa ciambella nel forno preriscaldato in modalità statica a 200 °C per circa 20-25 minuti o comunque fino a quando l’impasto sarà ben gonfio, dopodiché abbassa la temperatura a 170° C e cuocila per altri 20-25 minuti, fino a quando sarà ben dorata, dopodiché lasciala asciugare e intiepidire nel forno spento con lo sportello aperto. Una volta tiepida, potrai sfornarla e lasciarla raffreddare completamente. La cottura alla giusta temperatura e il riposo nel forno spento con lo sportello aperto sono essenziali per ottenere una ciambella bella gonfia e cava all’interno.

Mentre la ciambella finisce di raffreddare, prepara la crema pasticcera, che dovrà essere molto soda: in un pentolino posto su fuoco basso fai scaldare 400 ml di latte intero, 400 ml di panna fresca liquida, aggiungendo anche 2 bacche di cardamomo verde intere, una bacca di vaniglia tagliata a metà per il lungo e la scorza di 1 limone tagliata a strisce larghe (puoi ricavarla con un pelapatate, così eviterai anche che rimanga attaccato troppo albedo, ossia la parte bianca della buccia che renderebbe la crema amarognola).

Non appena il latte sarà caldo, spegni il fuoco e lascialo intiepidire assieme agli aromi.

In una ciotola a parte mescola molto bene 12 tuorli assieme a 220 g di zucchero semolato, dopodiché unisci 75 g di amido di mais e mescola bene il tutto.

Non appena il latte si sarà intiepidito, filtralo attraverso un colino e versalo nella ciotola con i tuorli e l’amido, mescolando bene con una frusta in modo che non restino grumi.

Versa questo mix (molto liquido) nel pentolino lavato e pulito e portalo lentamente a bollore su fuoco basso, senza mai smettere di mescolare con la frusta. Lascia cuocere la crema fino a quando avrà raggiunto una consistenza decisamente densa e cremosa, dopodichè spegni il fuoco e trasferiscila in una ciotolina, coprendola subito con della pellicola trasparente a diretto contatto con la crema. Metti se vuoi la ciotolina a bagno in acqua e ghiaccio per raffreddarla velocemente.

È molto importante coprire subito la crema per due motivi: il primo è che così non si formerà la pellicina sulla crema e il secondo è per proteggerla, perchè a quanto pare la crema pasticcera è un parco giochi per i batteri, anche per questo motivo è bene raffreddarla velocemente, in questo modo se ne eviterà la formazione.

Mentre la crema si raffredda, lava e pulisci bene 250 g di fragole, tagliandone un po’ a pezzetti e tenendone qualcuna da parte intera, per la decorazione del tuo Zeppolone di San Giuseppe. Pulisci bene anche tutti gli altri frutti di bosco e tienili da parte.

Quando la crema pasticcera sarà ben fredda, trasferiscila in una tasca da pasticcere munita di beccuccio a stella largo 1 centimetro, poi puoi procedere ad assemblare il tuo zeppolone di San Giuseppe: per farlo, taglia la ciambella a metà in senso orizzontale, appoggia la metà inferiore su un piatto da portata e spremici sopra poco meno di metà crema, poi spalmala con un cucchiaio o una spatola, in modo da ricoprire tutta la superficie.

Realizza a questo punto tanti ciuffetti di crema, fino a ricoprire tutto lo strato inferiore della ciambella, poi spargi qua e là 10 amarene, le fragole a pezzetti e un po’ di frutti di bosco misti (tienine da parte un po’ da mettere nel buco dello zeppolone), poi ricopri il tutto con la parte superiore della ciambella.

Spolverizza lo Zeppolone con un pochino di zucchero a velo e disponi al centro i frutti di bosco e le fragole intere tenuti da parte. Il tuo Zeppolone di San Giuseppe è pronto per essere servito!

Se vuoi utilizzare gli albumi avanzati, puoi preparare ad esempio una Angel cake, seguendo la ricetta://552 Angel Food cake oppure delle meringhe, seguendo la ricetta://834 Meringhe di San Valentino.

Articoli correlati


Vota questa ricetta

3/5 | 2 voti



Per commentare la ricetta scarica Piccole Ricette la mia app gratuita per iOS e Android

ValentinaPiccoleRicette

Da autodidatta in cucina sperimento per capire la chimica degli alimenti. Sempre alla ricerca, perché il cibo e la cucina non siano solo scienza, ma soprattutto tempo e memoria. O forse solo perché mi piace mangiare.

Insalata di finocchi e pere
precedente
Insalata di finocchi e pere
Fusilli integrali al pollo e verdure
successivo
Fusilli integrali al pollo e verdure
  • 2.031 visualizzazioni
  • 240 min
  • 10 porzioni
  • Difficoltà difficile
  • 391 Kcal

Condividilo sui tuoi social:

Oppure copia e condividi questo url

Ingredienti

150 ml di acqua
75 g di burro
100 g di farina 00
3 uova medie (circa 170 g)
1 cucchiaino raso di zucchero semolato fine
1 pizzico di sale
400 ml di latte intero
400 ml di panna fresca liquida
la scorza di 1 limone non trattato tagliata a strisce
2 bacche di cardamomo verde
1 bacca di vaniglia tagliata a metà per il lungo
12 tuorli
220 g di zucchero semolato
75 g di amido di mais
250 g di fragole
125 g di mirtilli
125 g di lamponi
125 g di more
10 amarene sciroppate
zucchero a velo per la finitura q.b.
Insalata di finocchi e pere
precedente
Insalata di finocchi e pere
Fusilli integrali al pollo e verdure
successivo
Fusilli integrali al pollo e verdure